Preghiamo, Per tutti coloro che ci amministrano: perché nell’attenzione al bene comune, operino, con giustizia, disinteresse e onestà, mettendo al centro dei loro interessi politici il bene della nostra cittadina, il bene di tutti. Preghiamo, Per i credenti, perché siano voce che grida nel deserto di questo mondo, perché seguendo l’esempio di Maria, che canta le grandi opere che Dio ha realizzato nella storia, incoraggi soprattutto gli indifferenti, a scoprire nella loro vita, la disponibilità ai valori che aprono all’accoglienza del Cristo. Alcune proposte di siti di riferimento….. Preghiamo, Per i ricercatori, gli scienziati e gli studiosi, perché guidati dalla luce che illumina l’umanità in Gesù Bambino e animati dalla ricerca sincera della verità e dell’armonia che abita la creazione, sappiano come i Magi dialogare con le altre culture e religioni per trasmettere a tutti il dono della presenza di Dio nell’uomo e nel creato. Preghiamo, Per coloro che affermano di non credere e che si preparano a vivere la gioia del Natale valorizzando solo i segni esteriori, perché incontrando nell’amore il fratello, colgano nella loro dedizione alla solidarietà l’intervento di Dio, che comunque è presente nella loro vita e dona loro la pace. Da Te vogliamo imparare l’umiltà, la semplicità,e la purezza del cuore; l’amore sollecito e gratuito, sola fonte di carità, di giustizia e di pace. PREGHIERA UNIVERSALE O DEI FEDELI Il Vescovo: Rivolgiamo a Dio la nostra preghiera, per ringraziarlo del bene che fa alla sua Chiesa, per il ministero dei sacerdoti e per chiedergli che il suo popolo non manchi mai del loro indispensabile servizio. CONFESSIONI, Il Sabato dalle 16,00 alle 18,00 e il successo non lo renda superbo. PREGHIAMO, 5) Per tutti noi, che riuniti attorno alla Mensa eucaristica, condividiamo il pane offerto e moltiplicato per la fame di tutti, perché sappiamo far parte dei valori e dei beni di questo mondo a quanti hanno fame e sete di giustizia. Il 6 ottobre la svolta. Donna Divina/ Oh Santa Madre di Cristo/ Oh donna perfetta per Dio e per noi/ Tu mamma dolcissima, che apri la mano per chi è misero e povero/ Oh perla preziosa che emani la luce perché frutto d’amore / Beato chi ama il tuo corpo e il tuo spirito, Oh mamma Maria/ Oh mamma mia Santa, tu sei la gioia nella casa di Dio/ Tu sei il sole di giorno e la luna di notte/ Sei anche l’amico del giusto e la custode dell’anima/ Tu sei a chiave che apre la porta del cuore morente/ sei la luce profonda, per chi arde d’amore per te/ Oh sorgente salvifica che spegne le fiamme di chi cura il suo spirito/, Tu sei sentinella notturna, che allontana di chi ha fede il timore degli angeli, infedeli al Signore/ Tu sei la mamma che con doglie e dolore ha partorito il germoglio della radice Jesu/ Tu sei la mamma dell’agnello immolato; di colui che è nato per aprire quel libro e slegare i suoi sette sigilli/ Tu, oh fiore del campo/ tu, oh giglio divino/ Tu, oh astro splendente della nuova alleanza/ Tu sei la regina della Gerusalemme celeste/ Oh donzella e l’amore divino/ Tu sei lo scrigno prezioso che conserva i talenti di Cristo Gesù e li consegna ai servi fedeli, ma “che ogni uomo del mondo” vorrebbe tenere solo per se. Preghiera per il nostro parroco nel 25° anniversario di Ordinazione Sacerdotale . Tutti si augurano che Don Paolo si allontani da Montale solo per un breve periodo e che torni al più presto a guidare la sua Propositura. Preghiamo, Per la Chiesa, perché sostenuta dall’esempio di Maria, testimoni sempre la sua disponibilità ad essere dimora di Dio, che vuol fare casa con l’uomo con la sua presenza viva e salvatrice nella storia di questa nostra umanità. Preghiamo, Per la nostra Comunità parrocchiale, perché docile all’azione dello Spirito Santo, viva con umiltà la comunione, sia luogo di unità e di dialogo, aperta sempre più all’accoglienza e alla comprensione verso tutti. Preghiamo, Per la Chiesa, perché si apra sempre più alla dimensione familiare con stile umano e fraterno e scopra in ogni uomo un fratello da amare e da servire. e si estendesse, per opera dello Spirito, il tuo regno di pace e di giustizia. Preghiamo, Per la Chiesa, perché si apra in modo sempre più convinto al mondo dei giovani, riponga in loro fiducia, li incoraggi, li ascolti accogliendo le loro istanze come segno della permanente primavera dello Spirito, si impegni sempre con più energia a indicare loro Cristo Gesù, quale modello d’amore che rende “nuove tutte le cose”. Preghiamo, Per la comunità parrocchiale: perchè riconosca che il Signore è la vera e unica ricchezza e sappia vivere nel quotidiano, alimentato da un sincero spirito di preghiera, il Vangelo delle Beatitudini. Terminato il quinto si prega la Salve Regina. Preghiamo, Perché la Chiesa, luogo d’amore e di perdono, con le parole e le opere continui ad annunziare ad ogni uomo che solo seguendo Cristo Gesù si può partecipare alla gloria della resurrezione. Lo zelo con cui Gesù caccia i mercanti dal tempio deve animare la nostra vita per affrontare serenamente e cristianamente qualsiasi situazione si presenta. Preghiamo, Per le famiglie, perché tenendo lo sguardo fisso a Cristo, possano ricevere la sapienza del cuore e sappiano trasmettere ai propri figli il dono della fede, educandoli al rispetto e al senso religioso. Governi e diriga il popolo di Dio avendo sempre dinanzi agli occhi il tuo esempio, o Cristo buon Pastore, che sei venuto non per essere servito, ma per servire e dare la vita per le pecore. 3. Leggi articolo completo. Preghiamo, Per la Chiesa, partecipe della missione Sacerdotale, Profetica e Regale di Cristo, perché anche quando è provata da incomprensioni e rifiuti, fortificata dalla fede, aiuti gli uomini ad aprirsi alla speranza, ad accogliere la Verità, ad avvicinarsi a Dio con umiltà. – Ti preghiamo o Padre per i ragazzi e le ragazze che ricevono il tuo Santo Spirito. Per i disoccupati, gli sfruttati e per tutti coloro che non si sentono valorizzati e rispettati nei loro diritti e nelle loro, capacità, perché confortati dalla Parola del Signore e nutriti al Pane della vita, nella gratuità, mettano al servizio dei più deboli i carismi loro affidati e non valorizzati, e non si scoraggino, nella certezza che il Signore sostiene sempre chi confida in Lui. Toufic Bou Merhi, ha celebrato in diretta sui social media il Triduo Pasquale, in comunione spirituale con circa 120 fedeli. Pensando a tutti i doni ricevuti dal Signore, eleviamogli la nostra preghiera di ringraziamento; ripetiamo: 1. Preghiamo, Per quanti ci governano perchè si pongano in ascolto del grido dei bisognosi, dei poveri, dei senza tetto, di coloro che non riescono a trovare un lavoro che consenta di vivere dignitosamente: siano i primi a rendersi disponibili per una più equa distribuzione della ricchezza, preghiamo, Per le famiglie della nostra comunità affinchè guardando al  bambino Gesù posto nel presepe di casa,avvertano la grave responsabilità dell’accoglienza della vita e della sua custodia; affinchè i bambini siano fatti nascere, curati come persone ed educati ai valori fondamentali che rendono bella l’esistenza umana, preghiamo, Per quanti in queste vacanze natalizie tornano dall’università o dai luoghi di lavoro al nord o all’estero, affinche trovino nelle loro famiglia quella serenità che li rende più umani e contribuiscano, con la loro presenza, a rendere migliore la il paese la comunità d’origine, preghiamo, Per la Chiesa, perché ricolmata dalla grazia di Dio, risplenda come segno della Sua presenza di pace e di giustizia nel mondo e, attraverso la Parola e la testimonianza, indichi ad ogni uomo la via del perdono, della generosità, dell’amore. Preghiamo, Per la Chiesa, perché come Pietro attenta ai doni dello Spirito, apra nuove frontiere all’accoglienza dei fratelli e sia segno dell’amore di Cristo per tutti gli uomini. Noi bambini troviamo nelle scuole e nei luoghi di aggregazione compagni cinesi, rumeni, bulgari, cechi, marocchini, filippini e ROM. Al termine della processione della Madonna del Rosario l’arcivescovo Accolla annunciò in piazza S. Cuore che padre Massimo sarebbe rimasto parroco di Furci affiancato da padre Justin, quale vice. Gesù, nato per la salvezza di ogni uomo, possa incoraggiare alla condivisione della comunione e della gioia con tutti. Preghiera dei fedeli per il 10° anniversario di sacerdozio di don Ferruccio - 13 giugno 2002. Il Lebbroso è la figura sulla quale è incentrata questa liturgia domenicale; un lebbroso che riacquista la salute ad opera di Gesù. Monizione – L’itinerario quaresimale ci richiama alla docilità verso l’azione dello Spirito Santo, per intraprendere un cammino di conversione e maturare una più profonda consapevolezza di fede. Preghiamo, Questi giorni possano alimentare, nella gioia della vita comune, l’amore per la pace, perché il Signore ci aiuti a comprendere che la vera gioia ha le sue radici nella disponibilità alla fraternità, alla vita di comunione, all’amore verso tutti da testimoniare nella disponibilità alla carità. Preghiamo. Preghiamo. Preghiamo, Per la nostra Comunità, perché plasmata con il fuoco dello Spirito, s’impegni a vivere in pienezza la vocazione battesimale che la rende testimone di resurrezione. Preghiamo, Per il Santo Padre Benedetto, per il nostro Vescovo Leonardo, i nostri parroci don Cono e don Tonino e tutti i sacerdoti, perché lo Spirito Santo custodisca in loro l’entusiasmo e la gioia del Sacerdozio. Preghiamo, Per la Chiesa, perché diventi sempre più comunità pasquale, sostenuta dalla fede e dalla forza della Parola, diffonda il gioioso annuncio che nel Cristo risorto si è compiuto il mistero della salvezza. 1. Preghiamo, Per le famiglie, perché trascorrano la domenica come giorno di lode e di ringraziamento a Dio, per la gioia di stare insieme e vivere la festa per rinsaldare l’unità,e il perdono reciproco, per recuperare le relazioni e gli affetti familiari. Preghiamo, Perché noi che partecipiamo alla Mensa eucaristica, ci sentiamo veramente attratti dal Signore e accogliendo i Suoi insegnamenti, eleviamo nel nostro cuore un canto di gratitudine e di gioia nel farci dono ai fratelli che si accompagnano alla nostra vita. Preghiamo, Per la Chiesa, perché sempre più animata dall’ardore missionario, non si stanchi di ripetere il lieto annunzio di salvezza e l’invito alla conversione, in particolare per la Chiesa di Khunti in India, per Mons. Cucce, Materassi per Cani e Gatti. Merito, soprattutto, dei suoi corsi per i fidanzati che sapeva guidare non solo sino al momento della celebrazione del matrimonio ma che seguiva con la stessa attenzione e passione anche dopo. Diffondi in noi, per mezzo del tuo Santo Spirito, il … Per la Chiesa, perchè in ogni sua parola e in ogni suo gesto, faccia trasparire sempre più chiaramente il Signore Gesù, in cui crede e in cui spera. Preghiamo, Per le famiglie, perché, sull’esempio di Maria che ha accolto l’amore e l’ha donato, sappiamo accogliere il dono dell’Amore di Dio, farne esperienza nella vita quotidiana, testimoniarlo nei rapporti con l’altro, viverlo nella gioia e nella sofferenza fino ad “amare come lui ci ha amati.”Preghiamo, Per la nostra Comunità, per ciascuno di noi, perché ci aiutiamo a crescere nell’amore di Dio, a diventare suoi amici divenendolo tra noi e cercando ognuno nel cuore dell’altro l’amore con cui Cristo ci ha amati e ci ha impresso il suo sigillo. Il lebbroso di ieri, reietto dalla comunità ebraica, diventa l’escluso della società di oggi. Preghiamo, Per le famiglie, perché siano testimoni di nuovi stili di vita che educhino nelle scelte quotidiane alla sobrietà, alla rinuncia, alla solidarietà in favore di chi vive situazioni di povertà, di abbandono, di sfiducia. Tutti abbiamo persone care per cui pregare, tutte le chiese accettano offerte e celebrano con queste intenzioni, ma rimangono solo intenzioni, perché salvo qualche rara eccezione il celebrante si limita a dire prima di incominciare che siamo invitati a pregare per tizio. Preghiamo. 3. Preghiamo, Per coloro che hanno responsabilità governative, perché ispirati da valori di giustizia e di equità, sappiano fare scelte che promuovono fra i popoli la ricerca del bene comune, restituendo ad ogni uomo la dignità di figli di Dio. E per far trasparire l’amore di Gesù, per essere raggianti e luminosi come Lui, è importante che sul nostro volto ci sia un bel sorriso. Preghiamo, Per le persone sole e dimenticate, perché incoraggiate e sostenute dalla carità dei fratelli possano, attraverso la loro vicinanza, ricevere la linfa vitale del comandamento dell’ Amore che apre il cuore alla gioia vera. Cel. LECTIO DIVINA "sospesa". Per questo ti preghiamo, Signore, tu che ci vuoi proprio un gran bene, insegnaci a tenere gli occhi aperti, a fare nostro il grido dei poveri e a portare la gioia a chi è triste, solo e lontano dal tuo amore. Preghiamo. Preghiamo, Per coloro che hanno responsabilità governative, perché ispirati da valori di giustizia sociale, si impegnino ad abbattere barriere di separazione e di rivalità fra i popoli, comprendano le loro necessità e dirigano la loro mente e la loro volontà a disegni di pace, operando per la costruzione di un futuro più sereno. –        con i tuoi aiuti e la tua grazia perché utilizzassi le forse e il tempo donatomi  per la tua gloria e il bene dei miei fratelli e mio; –        con le tue ispirazioni, la voce della coscienza, la tua Parola, gli ammaestramenti della Chiesa, per vincere i difetti e le tentazioni; c)    per il peso che ho addossato ai fratelli col mio peccato. Per essere tetimoni e annunciatori di Cristo, occorre vivere la propria vita con la preghiera. Lui non si è sottratto all’abbraccio molto affettuoso e spesso commosso dei parrocchiani, ed ha solo aggiunto un "tornerò" o un "a presto" quasi a rassicurarli. Per la formazione e la  crescita integrale dei giovani, perché l’Università Cattolica, illuminata dalla fede nel Signore risorto, viva il servizio  educativo  verso le nuove generazioni nella ricerca sincera della verità, incoraggiandoli alla  comprensione e alla coraggiosa trasmissione del messaggio cristiano  nel mondo contemporaneo. Per la Chiesa di Dio, perché accolga e aiuti il popolo cristiano a valorizzare la chiamata di Cristo e si presenti al mondo come portatrice di giustizia e di pace, desiderosa solo di mettersi al servizio degli uomini per la loro piena salvezza e liberazione. Preghiamo, Per i politici, per quanti sono chiamati a governare la nostra città, perché vivano la loro particolare vocazione come servizio generoso e disinteressato, in collaborazione serena e pacifica, per il bene di tutti, per la crescita e lo sviluppo del territorio. Effondi attraverso il dono dello Spirito Santo, il seme della carità che libera dal peccato e ci proietta verso la Luce che redime e guarisce. PREGHIERE DEI FEDELI . Per tutte le mamme, perché in questo tempo di Pasqua accompagnate e sostenute dalla Vergine Santa,  modello e guida di santità familiare,  si sentano incoraggiate  nel loro magnifico, quotidiano e delicato  compito di trasmettere l’armonia nelle proprie case, l’accoglienza della vita e la educazione dei figli. L’annuncio del parroco ha ovviamente colto tutti di sorpresa ed ha destato anche un immediato senso di sconcerto nei tanti presenti alla messa e nei moltissimi che hanno saputo la notizia via via che si è diffusa, rapidamente, in paese, passando prima di bocca in bocca e poi anche attraverso i social. Ma io con voce di lode offrirò a te un sacrificio e adempirò il voto che ho fatto; la salvezza viene dal Signore». (function() {function async_load(){var s = document.createElement("script"); s.type = "text/javascript"; s.src = "http://tools.net-parade.it/script/get_bottone.aspx?num=6012&utente=castoldil&w=180&h=150&bott=http://tools.net-parade.it/images/s180_verde.png";var x = document.getElementById("netparades6012"); x.parentNode.insertBefore(s, x); }document.getElementById("netparaded6012").innerHTML = "";async_load();})(); I-II PRIMARIA martedì dalle 17.00 alle 18.00 (ogni 2 settimane), III PRIMARIA mercoledì dalle 17.00 alle 18.00, IV PRIMARIA venerdì dalle 17.00 alle 18.00, V PRIMARIA giovedì dalle 17.00 alle 18.00 (ogni 2 settimane), I SECONDARIA lunedì dalle 17.00 alle 18.00, II-III SECONDARIA sabato dalle 11.00 alle 12.00, I-III SUPERIORE domenica dalle 18.00 alle 19.00, Con don Stefano Chiapasco docente di Sacra Scrittura. Tale “isolamento” mirava a preservare “la santità del popolo di Dio” e la lebbra, segno tangibile del peccato, poneva l’uomo al di fuori della comunità, ad una chiusura relazionale con Dio e ne faceva lo “scomunicato” per eccellenza. Subito dopo la conclusione della santa messa in tanti si sono voluti avvicinare a Don Paolo, mentre si toglieva le vesti indossate durante la celebrazione, per salutarlo e per assicurarsi che quel saluto fosse solo un arrivederci. Preghiera dei fedeli; Preghiera dei fedeli Preghiera dei fedeli C - Fratelli e sorelle, certi che il Signore è vicino a quanti lo invocano e lo cercano con cuore sincero, eleviamo a lui la nostra comune preghiera. Preghiamo, Affinché i giovani sappiano riconoscere i talenti che Tu o Signore hai loro affidato e possano presentarti il frutto di una risposta pronta libera e generosa nel percorrere le Tue vie. Amen, VII Domenica di Pasqua – Ascensione del Signore. Oh Mamma Maria, tu sei la mamma di Cristo operaio che con l’aratro a forma di Croce ha dissodato i terreni rocciosi e va seminando i chicchi di grano che diverranno spighe preziose/, Tu Maria/ Tu la Santa/ Tu la Pia/ Tu la stella che brilla sul mare/ Sei l’oro e l’argento più puro/ Sei il sollievo e il ristoro di chi cade, ma sincero ti chiede perdono/ Tu oh bella pellegrina con noi; oh eterna Immacolata per tutti/ Tu sei la mamma che stende il suo braccio verso chi canta e lode il tuo nome/ Oh mamma adorata, apri ancora il tuo petto per chi vuol sentire il tuo cuore, che scandisce solo battiti di gioia e di amore/ Tu, Oh Mamma Maria, sei il solo tempio del tempio di Dio/ Come sanguina, com’è viva quella piaga causata dalla lama fendente/ Com’è salda quella pietra scartata dal mondo, che come carne del seno materno è diventata la colonna portante della Chiesa in Cristo/, Come sei bella Mamma Maria/ Come sei grande con la corona dalle dodici stelle/ Come sei cara per i tuoi lontani dodici figli / Oh Madre Celeste , tu sei anche la mamma dei dodici uomini, che come fratelli Cristo chiamò/ Tu sei un gioiello, oh mamma mia cara/ Tu sei un diamante/ Tu sei “il Diamante”/ Tu sei Diamante per chi ti cerca, per chi ti vuole madre mia/ Tu sei la mamma di Cristo Gesù/, Ceneri, segno per coloro che rifiutano una esistenza dispersa in corse e accaparramenti… Nei giorni della settimana diventino dono alla comunità, al dialogo, alla carità, per fare della parrocchia ” la famiglia delle famiglie”. Per la Chiesa, che celebra la Risurrezione del Signore in ogni parte del mondo: perché sia lasciata libera di professare, di vivere e di annunciare la sua fede, dono universale di salvezza, Preghiamo.